Autorizzazione all'uso dei cookie

Tu sei qui

Passaggi, Esami integrativi e di Idoneità

REGOLAMENTO PASSAGGI, ESAMI INTEGRATIVI E DI IDONEITA’

Il consiglio di Istituto dell’I.I.S.S. “Luca Pacioli” di Sant’Anastasia

Visto il D.LGS: 297/94;

Visto l’art. 21 della legga 59/99;

Visto il D.P:R. 275/99;

Viasta l’O.M. 90/2001:

Visto il D.M: 139/2007

Attesa l’esigenza di regolamentare lo svolgimento degli esami integrativi, di idoneità, e preliminari per l’ammissione agli esami di stato;

Considerata la necessità di garantire il regolare e ordinato svolgimento del servizio scolastico;

Premesso che è riconosciuta agli studenti e alle loro famiglie la possibilità di ripensare le scelte scolastiche, consentendo di passare a diversi indirizzi di studi, qualora le esigenze educative lo richiedano,

che “la congruenza dei saperi e delle competenze articolati di conoscenze e abilità, con l’indicazione degli assi culturali di riferimento, assicurano l’equivalenza formativa di tutti i percorsi nel rispetto dell’identità dell’offerta formativa e degli obiettivi che caratterizzano i curricoli dei diversi ordini, tipi e indirizzi di studio “ (art. 2 del D.M. 139/2007)

ADOTTA il seguente Regolamento relativo ai Passaggi, agli Esami Integrativi e di Idoneità

STUDENTI ISCRITTI ALLA CLASSE PRIMA

1 – Passaggi nel corso del 1° anno

Gli alunni che frequentano il 1° anno di corso di un altro Istituto secondario di secondo grado e desiderano riorientarsi ed iscriversi al 1° anno di un corso di studi dell’I.I.S.S- “Luca Pacioli” possono chiedere ed ottenere il passaggio, rispettando la seguente procedura:

Presentare la richiesta entro il Primo Quadrimestre dell’anno scolastico; se essa viene presentata successivamente, il passaggio è possibile solo al termine dell’anno scolastico e deve essere svolto secondo le modalità previste al successivo punto 2;
Contattare il Dirigente Scolastico della scuola, il quale, verificata la possibilità di accogliere un nuovo studente sulla base degli elementi indicati da norme e regolamenti, individuerà la classe in cui lo studente verrà inserito e lo comunicherà all’alunno e al coordinatore della classe;
Allegare alla domanda il nulla-osta della scuola di provenienza;
Completare le operazioni di iscrizione presso la segreteria della scuola, fornendo tutti i documenti previsti per il trasferimento. I successivi passaggi di atti ufficiali vengono curati dalle segreterie delle scuole di provenienza e di destinazione.

           La stessa procedura vale per gli alunni che intendono cambiare sezione.

 

STUDENTI ISCRITTI ALLE CLASSI SUCCESSIVE ALLA PRIMA

2 – Passaggi al 2° anno.

Gli alunni che hanno ottenuto l’idoneità al 2° anno di corso di qualsiasi indirizzo della scuola secondaria superiore e desiderano essere ammessi al 2° anno di un corso di studi dell’I.I.S.S. “ Luca Pacioli”, devono rispettare la seguente procedura:

Presentare apposita domanda prima dell’inizio dell’anno scolastico;
Non devono sostenere alcun esame in caso di assoluta coerenza fra i due percorsi formativi, quello di provenienza e di destinazione;
Non devono sostenere, in caso di diversità di percorsi formativi fra i due istituti, prove integrative di cui all’art. 192 del Decreto Legislativo n. 297/1994, ma l’iscrizione alla suddetta classe avviene previo colloquio diretto ad accertare gli eventuali debiti formativi, da colmarsi mediante specifici interventi da realizzarsi all’inizio dell’anno scolastico (art. 24 c. 3 dell’O.M. n. 90/01). Il Dirigente Scolastico (o suo delegato) comunicherà le materie su cui è consigliabile prepararsi al fine di iniziare l’anno scolastico con minori difficoltà. La scuola ad inizio anno potrà attivare per questi ultimi alunni corsi di recupero, di breve durata, nelle materie professionalizzanti.

3 – Passaggi nel corso del 2° anno.

Gli alunni che hanno iniziato la frequenza del 2° anno in un latro Istituto secondario superiore e desiderano iscriversi al 2° anno di stuti dell’I.I.S.S. “Luca Pacioli”, possono presentare domanda per il passaggio entro il primo quadrimestre dell’anno scolastico; per gli ulteriori adempimenti valgono le stesse disposizioni di cui al presedente punto 2.

 

STUDENTI ISCRITTI ALLE CLASSI SUCCESSIVE ALLA SECONDA

4 – ESAMI INTEGRATIVI (Art. 24 dell’O.M. 90/01)

Gli esami integrativi permettono, ad uno studente già iscritto ad una scuola di Secondaria di Secondo grado, il passaggio a scuole di diverso ordine, tipo o indirizzo e devono svolgersi, nella scuola di destinazione e ina apposita sezione prima dell’inizio delle lezioni dell’anno scolastico successivo, su materie o parti di materie non comprese nei programmi del corso di studi di provenienza.

Per questo tipo di passaggio si presentano tre possibili situazioni:

Nel caso in cui lo studente sia stato promosso nella scuola di provenienza, può chiedere di sostenere esami integrativi per essere inserito, nella scuola di destinazione, nella classe successiva a quella frequentata;
Nel caso in cui lo studente non sia stato promosso nella scuola di provenienza, può chiedere di sostenere esami integrativi per essere inserito, nella scuola di destinazione, nella classe corrispondente a quella già frequentata;
Nel caso in cui lo studente abbia avuto la sospensione del giudizio nella scuola di provenienza, è tenuto a svolgere le verifiche per il recupero del/i debito/i nella stessa scuola e, in relazione ai risultati di tali verifiche, verrà a trovarsi nella situazione di cui ai punti a) o b).

La Commissione per gli esami integrativi è costituita dai docenti della classe in cui lo studente aspira e dai docenti delle classi immediatamente inferiori, in modo da rappresentare tutte le materie comprese nel programma di studio. IL numero dei componenti non può essere inferiore a tre compreso il Presidente (Dirigente Scolastico o suo delegato).

5 – ESAMI DI IDONEITA’ (Artt. 18-19-20-21 dell’O.M. 90/01)

Gli esami di idoneità, di cui all’art. 192 del D.Lgs. 297/94, possono essere sostenuti da alunni provenienti da scuola statale, pareggiata o legalmente riconosciuta al fine di accedere alla classe immediatamente superiore a quella frequentata (=”salto” di una classe), purchè abbiano avuto dalla classe frequentata la promozione alla classe immediatamente successiva per effetto di scrutinio finale; possono essere sostenuti, altresì, dall’alunno privatista al fine di accedere ad una classe di istituto secondario di secondo grado successiva alla prima.

Gli esami di idoneità saranno svolti entro la data prevista dal successivo art. 6.

Art. 18 dell’O.M. 90/01.

I requisiti di ammissione per la partecipazione agli esami di idoneità sono previsti in maniera tassativa dall’art. 193 del Testo Unico 297/94. Possono sostenere tali esami:

I candidati esterni che siano in possesso di licenza media, conseguita tanti anni prima quanti ne occorrono per il corso normale di studi;
I candidati esterni, dispensati dall’obbligo dell’intervallo di cui al punto precedente, in possesso di licenza media che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età il giorno presedente l’inizio delle prove scritte degli esami di idoneità;
I candidati esterni che, nell’anno in corso abbiano compiuto o debbano compiere il ventitreesimo anno di età, sono dispensati dall’obbligo dell’intervallo e dalla presentazione di qualsiasi titolo di studio inferiore;
Gli studenti che cessino di frequentare l’istituto o scuola statale, pareggiata o legalmente riconosciuta entro il 15 marzo (art. 15 R.D. 653/25) dell’anno scolastico in corso, possono sostenere gli esami presso il proprio o altri istituti per accedere alla classe successiva a quella frequentata, in qualità di candidati privatisti, entro il 20 marzo. In questo caso sosterranno l’esame anche sulle materie della classe frequentata e interrotta entro la predetta data;
Gli studenti che volessero recuperare l’anno o gli anni persi a seguito di non promozione: in tale caso non si tratta di abbreviazione del corso di studi, ma di effettivo recupero (esempio: lo studente che ha frequentato la classe seconda e ottenga la promozione alla classe terza, può presentarsi agli esami di idoneità alla quarta nel caso che siano trascorsi 3 o più anni dal conseguimento del diploma di terza media).

I candidati esterni, in possesso di licenza media, sostengono le prove di esame sui programmi integrali delle classi precedenti quella alla quale aspirano.

I candidati, in possesso del diploma di maturità o di ammissione alla frequenza alla classe terminale, sostengono le prove di esame (scritte, orali e pratiche) sui programmi delle classi precedenti quella alla quale aspirano, limitatamente alle materie o parti di materie non comprese nei programmi della scuola di provenienza.

All’inizio della sessione, ciascuna Commissione esaminatrice provvede alla revisione dei programmi presentati e controfirmati dai candidati. La sufficienza di tali programmi è condizione indispensabile per l’ammissione agli esami; pertanto, in caso di irregolarità, il docente della materia contatta lo studente per la regolarizzazione.

La correzione delle prove scritte può avvenire per sottocommissioni; mentre, le prove orali sostenute alla presenza di un solo commissario sono nulle e devono essere ripetute.

La valutazione finale viene effettuata nel corso dello scrutinio, opportunamente verbalizzato. Lo studente viene ritenuto idoneo se ottiene la sufficienza in tutte le materie oggetto dell’esame.

 

AVVERTENZE

E’ fondamentale che studente e famiglia restino sempre in contatto sia con la scuola di provenienza che con quella di destinazione, per verificare che tutte le operazioni sopra descritte siano portate a termine.

Si può richiedere il nulla-osta di provenienza solo dopo aver superato l’esame di idoneità o l’esame integrativo; nel caso in cui gli esami abbiano esito negativo, la Commissione d’esame, in base ai risultati delle prove, può deliberare l’ammissione alla classe precedente a quella richiesta.

L’esito positivo degli esami integrativi e d’idoneità consente, di norma, l’iscrizione presso la scuola di destinazione. Nel caso si creasse una situazione tale da rendere impossibile l’accoglienza e l’inserimento degli studenti, dovuta a fattori imprevedibili, sarà cura della scuola di provenienza (che non ha ancora rilasciato il nulla-osta) cercare, con lo studente e la famiglia, possibili soluzioni per garantire il diritto allo studio.

6 – DATA DI SVOLGIMENTO ESAMI DI IDONEITA’ ED INTEGRATIVI

 Gli esami di idoneità avranno luogo nel periodo compreso tra la seconda e la terza decade di giugno. I genitori o lo studente presentano la domanda alla scuola (segreteria didattica entro il 30 aprile).
 L’istanza per sostenere l’esame integrativo per il passaggio per le classi del 2^ biennio e del quinto anno deve essere effettuata nel corso dei primi mesi dell’anno scolastico, e comunque entro l’ultimo giorno di scuola prima della sospensione delle festività natalizie.

 

 

7 – ISCRIZIONI PER LA TERZA VOLTA ALLA STESSA CLASSE (D.L.vo n. 297/94).

Una stessa classe di istituto o scuola statale, pareggiata o legalmente riconosciuta si può frequentare soltanto per due anni. In casi assolutamente eccezionali, il Collegio dei docenti, sulla proposta del Consiglio di classe, con la sola componente dei docenti, ove particolari e gravi circostanze lo giustifichino, può consentire, con deliberazione motivata, l’iscrizione per il terzo anno.

Per gli alunni diversamente abili, nell’interesse dell’alunno, sentitigli specialisti di cui all’art. 314, può essere consentita una terza ripetenza in singole classi (D.L.vo n. 297/94 art. 316 comma 1).

8 – ESAME PRELIMINARE DEI CANDIDATI ESTERNI AGLI ESAMI DI STATO

Lo studente che intenda presentarsi agli Esami di Stato come candidato esterno deve presentare la domanda all’Ufficio Scolastico Regionale entro novembre (o altra data indicata nella relativa circolare ministeriale). L’Ufficio Scolastico Regionale comunica alla scuola i candidati privatisti assegnati.

L’esame preliminare è sostenuto davanti al Consiglio di classe dell’Istituto collegato alla commissione alla quale il candidato è assegnato. Per i vari adempimento si rimanda all’O.M. relativa agli esami di Stato.

9 – DISPOSIZIONE FINALE

Eventuali ulteriori casi non espressamente contemplati nel presente Regolamento, vengono affrontati e risolti dalla Dirigenza dell’Istituto, nel rispetto della normativa vigente.

AllegatoDimensione
PDF icon ESAMI IDONEITA E INTEGRATIVI.pdf149.77 KB

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola".
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.